22 luglio 2008

Chicco dei Bagni Sole

Mi appresto a passare la terza estate consecutiva a Celle Ligure.
Per carità: non c'è niente di male. Anzi.
La cosa che mi fa sorridere è che in giro per Celle incontro un sacco di gente che non vedevo da anni e che, come me, ci tornano perché hanno avuto dei figli e reputano che tutto sommato sia un bel posto per andare in vacanza con i bambini.
Anche perché questi miei coetanei quando erano bambini hanno fatto le vacanze a Celle e, con molte probabilità, hanno avuto in eredità la casa di quando i genitori li portavano al mare.

Così mi capita di incontrare persone che ti guardano come a dire "questo lo conosco". E io, che ho una buona memoria, mi ricordo di tutti. Mi ricordo anche i loro nomi, in buona parte.
Fra questi episodi voglio segnalarne uno che mi ha fatto molto sorridere.
Alle paperelle (giostrina insopportabile) incontro lui: Chicco dei Bagni Sole.
Era il classico ragazzino un po' bauscia, amato dalle ragazze e odiato da tutti i ragazzi. Perché era bello, biondo, con la faccia da canaglia. E antipatico.
Ci siamo incontrati diverse volte in passato. O forse dovrei dire "scontrati": nei vecchi tornei tra stabilimenti balneari me lo trovavo sempre contro. E lui era pure bravo a calcio.
Quindi io, che sono sempre stato difensore, ero il suo persecutore. Nel nome di tutti i ragazzi frustrati, ingaggiavo duelli al limite delle regole sportive.

E così, mentre lo vedo (e mi chiedo se è proprio lui), sabato scorso sulla passeggiata, sento riaffiorare un sacco di ricordi. La maggior parte dal sapore un po' negativo.
Ma lui mi spiazza subito: lo vedo che si avvicina a una delle paperelle della giostra, e prende in braccia una bambina poco più grande di Anita; e mentre si gira, incrocia il mio sguardo, vede che sono anch'io in giro con una bimba, mi fa un sorrisone e mi dice "ciao". E si allontana con la bimba in braccio.

Provate voi a rispondere "ciao" con la bocca spalancata dallo stupore.

7 commenti:

jumbolo ha detto...

post bellissimo

Filo ha detto...

grazie.

Puccio ha detto...

naaaah...chiccodeibagnisole.... me l'ero dimenticato.

due considerazioni:
1. il tempo cambia le persone e/o la percezione che abbiamo di esse;
2. probabilmente Anita tra 14-15 anni odierà cordialmente la figlia di chicco.. ci puoi scommettere!

MDR ha detto...

No, cose così zuccherose non capitano neanche nel favoloso mondo di Amelie...

Avanzo tre ipotesi:

a - ti ha scambiato per qualcun altro

b - mentre tu eri occupato a trasecolare per il suo "ciao...", lui ha continuato a mezza bocca: "...ciao, scarpone bastardo... pensi che mi sia dimenticato di te? sei fortunato che sono con la bambina, altrimenti seminavo i tuoi menischi qui sul lungomare..."

c - chicco dei bagni sole, in realtà, non esiste. E' un avatar fuggito dalla fantasia iperglicemica di Pennac.

Filo ha detto...

Caro il mio Marco, invece, queste cose succedono. Nel favoloso mondo di Celle Ligure succedono.
Siamo meglio dell'Isola di Wight.

jumbolo ha detto...

sai cos'èèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
l'isola di uait.....

Anonimo ha detto...

ipi ipi piiiiii....

questo è un post da top five!
mi ha fatto pensare che ho il terrore di tornare a ferragosto al mare da me perchè ho timore delle persone che potrei incontrare dopo anni.
un po' c'ho paura e un po' non mi interessano per niente : )

è l'occasione per ricordare che Mauro dice no a Facebook per i motivi di cui sopra.
Mau