10 novembre 2010

i Re dell'invidia

Venduti, ruffiani, inutili, traditori: ho sentito chiamare i Kings of Leon in un sacco di modi in questi ultimi anni. E sinceramente non capisco perché. Perché la gente si debba sentire tradita da un gruppo musicale è un mistero che mi attanaglia non poco.
Vojo di': ma che v'hanno fatto? Vi hanno promessa amicizia eterna e poi sono venuti a casa vostra, vi hanno stuprato la nonna e dato fuoco alla cucina?

I KoL sono un buon gruppo pop/rock e basta. Cosa pretenda la gente da loro è un mistero. A me piacciono, non li idolatro e nemmeno li odio. I loro dischi sono piacevoli e quindi li ascolto, senza tener l'orecchio in bilico tra il "mi piace" o il "mi fa schifo".

Certo, preferisco il precedente "Only by the Night" alla loro ultima produzione "Come around Sundown", ma non ho nessuna intenzione di aprire gruppi "anti KoL" su facebook o altre scemate del genere.

2 commenti:

Chris Supertramp ha detto...

Condivido appieno, non capisco da dove nasca l'acredine sinceramente

pennaeforchetta ha detto...

Sottoscrivo pienamente (eeehhhh si ma guarda li conosco pure io... non è che per qusto cambi idea su di loro? :-DDD) oppure ora si dice "quoto"? :-D